Trump, il petrodollaro, la Russia e Renzi che non è più tanto sereno

di Francesco Filini Renzi ha perso gli appoggi che aveva dall’altra parte dell’oceano Atlantico, quelli della lobby “democratica” che ha inaugurato la stagione delle aggressioni in Libia e in Siria, mettendo nel mirino la Russia di Putin. Furono infatti le consorterie bancarie vicine ai democratici a far fuori Enrico Letta, …

Continue reading

Bankitalia: ecco come ci hanno fregato 7,5 miliardi. Risposta all’Unità.

di Marco Scurria* Aldilà della scontata faziosità propria di un giornale di partito, l’articolo dell’Unità a firma Angelo De Mattia contiene una serie di grossolani errori ed evidenti contraddizioni in termine. Il titolo, “La Banca d’Italia rimane un’Istituzione Pubblica”, vuole assicurare tutti gli elettori piddini che hanno mal digerito la privatizzazione della …

Continue reading

L’ignoranza sulla moneta è la causa della crisi

di Francesco Filini Tutte le più grandi crisi narrate dalla storia [1] possono essere catalogate in due categorie principali: crisi di natura endogena alla natura umana e crisi di natura esogena. Ovvero crisi che trovano la loro origine direttamente nell’azione degli uomini e crisi che invece hanno epicentro in fattori …

Continue reading

Grecia, è default ma non si dice

Di Claudio Marsilio In Italia siamo abituati a far passare le sconfitte da vittorie, e le tragedie da occasioni di riscatto; quindi nessuno si scandalizza o si fa venire dei dubbi circa l’euforia dei “mercati” e della stampa nazionale sul dimezzamento del debito greco e l’accettazione degli “swap” da parte …

Continue reading

TONNELLATE D’ORO CUSTODITE DA BANKITALIA: E’ L’ORA DELLA VERITA’

Di Francesco Filini In una delle puntate del programma “Ulisse” Alberto Angela compie un viaggio all’interno della “sagrestia” di Palazzo Koch, dove viene custodito dalla Banca d’Italia tutto l’oro Italiano. Almeno così ci racconta il figlio di Piero. Nel corso dell’escursione il conduttore racconta che una parte dell’oro italiano è …

Continue reading