GUERRE COMMERCIALI, PETROYUAN, DEBITI – ORO A $32.000 E ARGENTO A $500

di Egon von Greyerz È questo? E’ finito il mercato al rialzo e i bei tempi andati? Beh, potrebbe benissimo essere. Stiamo osservando un mondo che è marcio fino al midollo, un mondo costruito su un debito che non sarà mai ripagato. E un debito che sostiene artificialmente 100 trilioni …

Continue reading

ITALIA, GLI SPECULATORI PREPARANO LA ‘TEMPESTA PERFETTA’

di Francesco Filini Mentre la politica italiana tenta di trovare una soluzione all’ingovernabilità scaturita da una legge elettorale criminale, i colossi della finanza internazionale preparano un ‘nuovo assalto’ che rischia di essere più violento di quello del novembre 2011. E’ notizia di ieri che il fondo speculativo Blackrock ha dato …

Continue reading

La verità sulla Grande Crisi del ’29 raccontata da Gertrude Coogan

Pubblichiamo un estratto del fondamentale libro “I creatori di moneta” del’economista americana Gertude M. Coogan (disponibile qui: http://www.edizionidiar.it/coogan-gertrude/i-creatori-di-moneta.html), dove si racconta cosa accadde subito prima e subito dopo la grande crisi del 1929 e come si comportò la politica. Le assonanze (che sono state messe in grassetto dal nostro blog) …

Continue reading

In Europa si accende la speranza

di Claudio Marsilio Se è vero come è vero che gli italiani sono un popolo di esterofili, tra non molto non si troverà nessuno che abbia votato per partiti vicini all’ideologia Europeista o che abbia mai mostrato d’amarla: “Bruxelles, ma quando mai? a me poi i cavoletti fanno schifo…” Intanto, …

Continue reading

Esclusivo: video intervista ad Alain Soral (completo Sub Ita)

Pubblichiamo, come anticipato nei giorni scorsi, la video intervista all’intellettuale francese Alain Soral, fondatore del movimento Egalité et Reconciliation, rilasciata in esclusiva al nostro blog. Intervista a cura di Claudio Marsilio. Per attivare i sottotitoli in italiano (se necessario) è sufficiente cliccare sul tasto “CC” di Youtube. Buona visione. Parte …

Continue reading

C’è un cuore che batte nel cuore d’Italia: liberiamoci dai signori del denaro, liberiamoci dagli usurai finanziari

di Francesco Filini La crisi dell’euro, o dei cosiddetti “debiti sovrani”, che sta flagellando il Vecchio Continente, si caratterizza per un assurdo specifico molto particolare: l’artificiale rarefazione monetaria nell’economia reale, voluta e imposta dal sistema speculativo finanziario internazionale. L’anemia monetaria nell’economia reale, ovvero la mancanza di denaro circolante (sotto qualsiasi …

Continue reading

Maroni contro le lobby bancarie: spunti per una moneta complementare

di Francesco Filini L’EUROPA DEI BANCHIERI “L’Europa è in mano ad una lobby di banchieri”. No, non è la dichiarazione del solito “complottista del web” (termine spesso utilizzato da chi non ha argomenti) ma la denuncia di Roberto Maroni, leader della Lega Nord, nonché Presidente della Regione Lombardia, la più …

Continue reading

L’ignoranza sulla moneta è la causa della crisi

di Francesco Filini Tutte le più grandi crisi narrate dalla storia [1] possono essere catalogate in due categorie principali: crisi di natura endogena alla natura umana e crisi di natura esogena. Ovvero crisi che trovano la loro origine direttamente nell’azione degli uomini e crisi che invece hanno epicentro in fattori …

Continue reading

Video del convegno: Europa dei popoli o delle banche?

Di seguito pubblichiamo il video del Convegno svoltosi lo scorso 12 Aprile, organizzato dal Rapporto Aureo con le Associazioni Centro Studi Che l’inse?, Aslan e Cirano, a cui hanno partecipato Marco Scurria, Paola Musu e Guido Crosetto. Pubblicheremo nei prossimi giorni i video dei singoli interventi. Buona visione!

L’hai messo in banca

di Claudio Marsilio Non dicevamo così una volta, quando concludevamo un buon affare o mettevamo al sicuro dei risparmi? “Metterli in banca” equivaleva a sinonimo di sicurezza. Segreto bancario, discrezionalità e professionalità dei dipendenti bancari garantivano al proprietario del denaro depositato sonni tranquilli. Ma, si sa, i tempi cambiano. In …

Continue reading