Il limite dell’indebitamento: R.O.T.A. vs Moltiplicatore fiscale – Parte 2

di Massimiliano Scorrano

Prologo

La produzione scientifica dominante è concorde nel sostenere che il merito creditizio degli Stati sia esclusivamente verificabile dal rapporto Debito/PIL. Sostenere semplicemente che un maggior indebitamento sia deleterio può essere vero ma non sufficiente, questo perché, genericamente, tutti siamo consapevoli che questo sistema prevede l’indebitamento per la crescita del PIL. Gli Stati, tutti, hanno necessità di investire gli impieghi acquisiti dalle fonti per realizzare i propri piani di spesa; tradotto, tutti gli Stati, nessuno escluso, hanno necessità di fare debito, tramite l’emissione di TDS, per ottenere i mezzi finanziari da impiegare affinché si dia seguito alle politiche fiscali intraprese. Dire semplicemente che solo un maggior debito pubblico sia causa, e non anche concausa, del rallentamento crea gli spread in quanto induce tutti a rivolgere l’attenzione sul debito e non sulla potenziale profittabilità ottenuta grazie a quel indebitamento. Ma quel è il limite massimo dell’indebitamento?

Abbiamo pensato di fare cosa gradita a suddividere l’articolo in 5 parti, che pubblicheremo ogni sabato mattina in modo da aumentarne la leggibilità e l’accessibilità.

è qui disponibile la Parte1: http://www.rapportoaureo.it/il-limite-dellindebitamento-r-o-t-a-vs-moltiplicatore-fiscale-parte-1/

____________________ Continue reading

Il limite dell’indebitamento: R.O.T.A. vs Moltiplicatore fiscale – Parte 1

di Massimiliano Scorrano

Prologo

La produzione scientifica dominante è concorde nel sostenere che il merito creditizio degli Stati sia esclusivamente verificabile dal rapporto Debito/PIL. Sostenere semplicemente che un maggior indebitamento sia deleterio può essere vero ma non sufficiente, questo perché, genericamente, tutti siamo consapevoli che questo sistema prevede l’indebitamento per la crescita del PIL. Gli Stati, tutti, hanno necessità di investire gli impieghi acquisiti dalle fonti per realizzare i propri piani di spesa; tradotto, tutti gli Stati, nessuno escluso, hanno necessità di fare debito, tramite l’emissione di TDS, per ottenere i mezzi finanziari da impiegare affinché si dia seguito alle politiche fiscali intraprese. Dire semplicemente che solo un maggior debito pubblico sia causa, e non anche concausa, del rallentamento crea gli spread in quanto induce tutti a rivolgere l’attenzione sul debito e non sulla potenziale profittabilità ottenuta grazie a quell’indebitamento. Ma qual è il limite massimo dell’indebitamento? Continue reading

Emergenza Economica: i Comuni possono battere moneta, per Legge

di Gianluca Monaco e Fabrizio Fiorini

Nella tutela della salute pubblica rientra anche quella mentale; quella che tra un po’ i sindaci dovranno gestire come seconda vera emergenza dopo il blocco dell’economia e dei redditi per il #covid19 Questo studio pubblicato già nel 2014 riafferma quella che può essere una soluzione ,o “LA” soluzione, per evitare problemi di ordine pubblico che si verranno a causare e per tutelare la salute mentale di chi non avrà più reddito temporaneamente. Continue reading

Per quelli che sostengono che dovremmo eliminare la religione dalle nostre discussioni in quanto causa di dissidi e guerre

di Massimiliano Scorrano

__________________

Quella di concepire o seguire una religione non deve essere motivo di scontro o di guerra. Se accettassimo, però, il principio di augurarsi l’oblio ed il ripudio di tutte le religioni, con lo scopo di eliminare i motivi di scontro, avremmo dato definitiva dimostrazione della precarietà del pensiero umano. Continue reading