Come evitare i farmaci della Glaxo (e altri)

Risultati immagini per vaccini

La Glaxo Smith Kline è uno dei colossi di Big Pharma, e detiene numerosi brevetti di vaccini e farmaci. E’ una delle aziende leader del mercato sanitario e soprattutto in campo vaccinale beneficia di una sorta di regime di monopolio, con interi lotti di dosi vaccinali acquistati dallo Stato Italiano (quindi con i soldi delle tasse dei cittadini) e somministrati gratuitamente ai bambini. Basti pensare all’esavalente INFANRIX (antipolio, antidifterico, antitetanico, anti epatite B, haemophilus influenzae) o al trivalente PRIORIX (morbillo, parotite, rosalia) o al VARILRIX (Varicella) o al NIMENRIX (meningococco a c w135 y), ovvero alla quasi totalità dei 12 vaccini (con relativi richiami) resi obbligatori dal DL Lorenzin, per capire come la GSK faccia la voce grossa in questo settore considerato strategico dalle multinazionali del farmaco. Non a caso un anno fa la stessa GSK ha “scommesso” ben 1 Miliardo di EURO (un miliardo!!!) sulla vaccinazione in Italia. Alla luce del decreto legge Lorenzin, non si può davvero dire che abbia sbagliato la scommessa…

Però c’è un ampio settore del mercato farmaceutico che non è sotto regime di monopolio, dove è ancora possibile scegliere la marca del farmaco. Così, chi non gradisce la GSK (un’azienda molto discussa e spesso al centro di scandali farmaceutici) può benissimo sostituire i loro prodotti con tante alternative generiche, ovvero farmaci che contengono lo stesso principio attivo. Basta chiedere al farmacista.

Questi sono solo alcuni dei farmaci di uso comune (ce ne sono ancora tantissimi) che possono essere facilmente sostituiti chiedendo al farmacista il “generico”, ovvero di una marca differente:

 

 

(cfr http://www.infofarma.it/azienda-farmaceutica.htm?q=glaxosmithkline+s.p.a.)

Quindi, se il pediatra prescrive in ricetta un antibiotico come l’Augmentin, basterà chiedere al farmacista il generico, ovvero un farmaco che contiene l’identico principio attivo (in questo caso Amoxicillina).

Non siamo sempre OBBLIGATI ad assumere farmaci di un determinato cartello farmaceutico, qualche volta possiamo ancora SCEGLIERE.

Aurita

Francesco Filini, amministratore locale e studioso di economia, geopolitica e moneta. E' tra i fondatori della scuola di studi giuridici e monetari Giacinto Auriti, scrive sul rapportoaureo.it da oltre 5 anni ed è autore del saggio "Il Segreto della moneta - verso la Rivoluzione auritiana".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *